I ricavi dei giornali negli USAPer parlare della condizione dei giornali al giorno d’oggi è forse meglio coinvolgere alcuni “fatti” emergenti da una inchiesta recente sullo stato dell’informazione negli USA.

  • I giornali sono l’industria che muore più velocemente negli Stati Uniti.
    Negli ultimi 5 anni hanno perso circa il 28% della forza lavoro;
  • I giornali continuano a perdere introiti pubblicitari dalla versione cartacea non rimpiazzati sufficientemente dai ricavi delle versioni digitali, ovvero i ricavi provenienti da abbonamenti/subscription di vario tipo e dala pubblicità online nei vari formati (display, contextual, etc…).
    Per ogni dollaro di ricavi provenienti dalla versione digitale i giornali ne perdono 7  sulla versione cartacea.
    E altri dati molto allarmanti che devono far riflettere.
  • Come risposta i giornali sembrano guardare con ottimismo ad un incremento della raccolta pubblicitaria dai formati targeted e display (banner, video) che saranno comunque insufficienti a bilanciare le perdite delle versioni cartecee e rimarrano presumibilmente ancora una porzione minoritaria dei ricavi.

Comunque si vogliano leggere questi dati si possono trarre alcune conclusioni facilmente condivisibili:

  • I giornali sembrano non fare molti sforzi per inventarsi un nuovo modello di business economicamente sostenibile. E sembrano non comprendere che un nuovo modello di business è anzitutto che un nuovo modello di relazione con i lettori più che con gli inserzionisti pubblicitari.  I lettori rimangono target e la pubblicità che verrà è smart targeted advertising;
  • Nel giro di pochi anni molti giornali scompariranno, e questo non solo negli USA;
  • La sostenibilità economica del sistema dell’informazione giornalistica è strettamente connessa alla sostenibilità dell’ecosistema dell’informazione. L’adattamento del tradizionale modello di business dei giornali – la vendita di spazi pubblicitari e di “contesto pubblicitario”, in senso più ampio – alle versioni online degli stessi giornali si è sinora rivelato improduttivo e fortemente “inquinante”.
    Un nuovo modello sostenibile passa anche per una riduzione della complessità dell’informazione e del suo sistema di relazioni nonché per un coinvolgimento dei lettori in pratiche di costruzione collaborativa delle risorse informative e del prodotto finale dell’informazione.

Commenti (1)

Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] Il declino del modello di business dei giornali | Fabrizio Napoli's …I giornali perdono ricavi pubblicitari, bruciano posti di lavoro e guadagnano poco dalle versioni online. Un altro modello di business è possibile?www.fabrizionapoli.it/…/il-declino-del-modello-di-business-de… [...]

Lascia un commento